Petralia Sottana 3 – ASD Lercara 2

14 Gennaio 2019

Finisce con una sconfitta il girone d andata dei nostri ragazzi, che mercoledì scenderanno di nuovo in campo per il recupero della partita con l’Alimena.

Partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre fin dai primi minuti, sul campo di Bompietro, ai limiti della praticabilità, in cui l’arbitro si é dimostrato protagonista indiscusso della gara. 

I padroni di casa passano in vantaggio con un gol in nettissimo fuorigioco, che l’arbitro il peggiore in campo, dice di non vedere clamorosamente. Non passano 60 secondi che i giallorossi agguantano il pareggiano con lCorrado Lo Bue, abile a sfruttare un rimpallo in area. Si va negli spogliatoi, con il risultato di 1-1 e con le due squadre che non ci stanno a rimanere in parità.

Si ritorna in campo dopo la prima frazione di gioco, con  la stessa grinta e con le due squadre che non si risparmiano fin dalle prime battute di gioco. Bisogna aspettare il 30’ del secondo tempo per segnare il vantaggio dei padroni di casa che sfruttano un fortunoso rimpallo in area di rigore con il quale il numero 10 del Petralia riesce a superare Ministero, è 2-1 per i padroni di casa.

Al Lercara il risultato va stretto e più volte tenta di agguantare il pareggio, prima con Lupo e poi con Guarino. A questo punto entra in scena il 23° uomo in campo, è l’arbitro, che inizia, o meglio continua il suo show indecoroso contro la formazione ospite, dapprima non fischiano più neanche un fallo, molti clamorosi, per poi concedere un calcio di rigore degno della migliore VAR, riuscendo a vedere un fallo di mano del nostro capitano all’interno di una mischia tra una decina di giocatori, avrà avuto i superpoteri. 

Il rigore è la ciliegina su una torta riuscita male per i giallorossi, ma diventa un’occasione ghiotta per i padroni di casa che possono mettere al sicuro il risultato, è il numero 6 del Petralia che si incarica di battere il penalty e lo mette in rete per il momentaneo 3-1.

Con la consapevolezza che si deve giocare anche contro l’arbitro, i ragazzi di mister Pirrello non mollano e dopo pochi minuti riaprono la partita con il giovane Lupo, che pizzica con il piede, una punizione calciata da Castelli accorciando le distante e riaprendo la gara.

A questo punto va in scena nuovamente l’arbitro, che interpreta la sua scena madre e, prima non vede un fallo a limite dell’area su Lupo, poi non vede la deviazione di braccio, di uno degli uomini della barriera su un calcio di punizione di Castelli.

Arbitro che completa la sua prestazione espellendo prima il nostro capitano Giuseppe Diliberto e poi Castelli, ingenui nell’andare a protestare con un arbitro che non vedeva l’ora di fare proprio questo.

La partita finisce 3-2 per il Petralia che mantiene la vetta della classifica. Grande delusione invece per i Giallorossi, in cui hanno pesato, e non poco, le assenze per infortunio di Gargagliano e Romano. Nessun commento da parte della dirigenza per una gara condizionata da un arbitraggio vergognoso che ha falsato non solo il risultato ma anche una giornata di sport.

Condividi sui tuoi canali social


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *